top of page
  • Immagine del redattoreBel Esprit

SILVIO RAFFO - LE STAGIONI IMMORTALI

BEL ESPRIT - ARTIUM SODALITAS


Silvio Raffo

REDUCTIO


Da una crepa celeste alla parete

del Sonno Eterno filtra adamantina

una lama sottile. Astratta quiete

metafisica il corpo riconduce

alla sua scaturigine divina.

Irrora vene limpide e segrete

l'esoterico Tempio della Luce.


RESURRECTIO


Corpi di Grazia eterni in un Non-Dove

inondato di luce d'ombre ignara,

di ciò che fummo immemori saremo.

Indugerà su noi l'impronta chiara

di un demone benigno. In vesti nuove

stupendi adolescenti resteremo


I blandi allettamenti dell'Eterno,

di un Sempre fatto d'attimi essenziali

insistono ad attrarti, ed immortali

stagioni ti figurano : l'inverno

dissolto in un'estate meridiana

un mare sconfinato di orizzonti

un sole falbo, ignaro di tramonti,

l'Anima del suo regno alma sovrana


Vibra nel fondo la confitta lama

pietrificato il cuore non risponde

alla voce segreta che lo chiama

Ha la disperazione più profonde

radici d'ogni incanto e d'ogni brama.


Riaffiora a stento dalle attorte spire

dell'abisso che chiamano Passato

il balenio di un lampo allucinato.

Riemerge un volto, come all'imbrunire

di un vano sogno già dimenticato.

Muto ti chiama, prima di svanire.




 

Salvate la Poesia dal mercato

e con essa voi stessi


"In occasione del Premio Strega Poesia, dichiaratamente istituito sull’onda delle vendite, lanciamo questa petizione per raccogliere voci dissidenti..."




留言


CULTURA

Logo%202020_edited.jpg

IN ATTO

bottom of page