top of page
  • Immagine del redattoreBel Esprit

INTERVISTA ESCLUSIVA A DINO CAMPANA SUL PREMIO STREGA POESIA 2023

BEL ESPRIT - ARTIUM SODALITAS


A cura di Curzio Dalmolin


Sotto la selva di Gerusalemme, Limbo, aprile 2023




"Un punto di vista su Dino Campana" di A. Berry, 2023


CD: Cosa ne pensa del PSP [Premio Strega Poesia]?

DC: Amo i calderoni.

CD: Cosa si aspetta dal PSP?

DC: Ho strappato due fogli dai Canti e li ho mandati. Per me è di norma, lo faccio con gli amici, strappo quello che possono leggere.

CD: Che fogli ha strappato?

DC: Pagina di titolo e una pagina bianca di fine.

CD: Interessante... svolta minimalista?

DC: Spero i giurati coglieranno.

CD: Il titolo è il ben noto Canti orfici, immagino.

DC: Il mio agente, Pascoli, mi ha consigliato di cambiare orfici con soffici.

CD: Geniale.

DC: Il bianco del finale, sì, è soffice.

CD: C’è anche il richiamo all’opera in bianco.

DC: E alle notti. Spero ci vedranno il rimando agli altri versi, quelli non inviati, sulle matrone.

CD: Chi teme tra i concorrenti?

DC: Ho sentito parlare di un tale Scrotugno, scrive versi sui peli rasi facendosi la barba, poi afferma che non è una barba. I giurati potrebbero invaghirsene.

CD: E tra le poetesse?

DC: Mah, anche se ad alcune cresce, di quello che si rade dove noi si rade, niente in confronto allo Scrotugno.

CD: Cosa le piace e non le piace della poesia di oggi?

DC: Mi piacciono i finali. Non amo l’assenza dalle dediche di Federico II di Sicilia, di Ottone I il Grande, di Carlo I il Magno, di Carlo V d’Asburgo, d’altronde mancano denuncie della donazione di Costantino mentre impazzano sviolinate ad Atlantide. Ho poi dei dubbi sul verso libero, nel senso del libero.

CD: Mi sembra chiaro.

DC: Lei dice?

CD: Mi sembra chiaro che non avrà il premio.

DC: Ma se le assicuro che ho scelto le pagine più adatte ai signori giurati!

CD: Ci sono anche signore.

DC: Scusi, è il neutro, mi perseguita dai tempi degli studi.

CD: Lei dunque non mi distinguerebbe da un neutro?!

DC: No, lei è di parte, si vede.

CD: Non mi sono fatto la barba apposta.

DC: Forse ho sbagliato tutto.

CD: In cosa?

DC: Radendomi. Nella vita.

CD: Ma per piacere! Le ricrescerà, stia tranquillo.

DC: Comunque il titolo l’ho barrato come piace ai filosofi, dico orfici, e ho scritto soffici in verticale, così fanno, con Canti in orizzontale, otto versi, un’ottava capisce.

CD: Beh beh.

DC: Già.

CD: La ringrazio, e in bocca al lupo.

DC: Che crepi.




 

Salvate la Poesia dal mercato

e con essa voi stessi


"In occasione del Premio Strega Poesia, dichiaratamente istituito sull’onda delle vendite, lanciamo questa petizione per raccogliere voci dissidenti..."




Kommentare


CULTURA

Logo%202020_edited.jpg

IN ATTO

bottom of page