• culturainatto

IL PIACERE INASPETTATO DELLA SCOPERTA CINEFILA

Aggiornato il: gen 17

di Stefano Campanari



Ammettiamolo. Non sappiamo più cosa guardare. Abbiamo divorato così tanti film e serie tv che ci sentiamo quasi annoiati quando scorriamo i cataloghi dei servizi in streaming (qualcuno guarda ancora la tv?).

Immagine presa da un video di The Jackal

Le nostre liste online hanno almeno una decina di titoli, ma perché non ci decidiamo a sceglierne uno? Pensiamo di sapere quello che ci aspetta, non ci sono nomi famosi, o iniziamo a domandarci quale sia la ragione del perché non ne avevamo sentito parlare prima. Però qualcosa di quella trama ci ha intrigato, su IMDB quel film ha un voto sulla sufficienza e dal trailer sembra promettere un paio d’ore di buon intrattenimento. Quindi cerchiamo solo di far passare il tempo (nulla di male) o vorremmo sorprenderci? Perché quando il cinema e la narrazione seriale ci sorprendono, ne parliamo e pensiamo per almeno i due giorni successivi. Invece la delusione di ritrovarci davanti a un prodotto di modesta qualità-che-sembrava-meglio-colpa-di-poche-idee-originali-e-canoni-ripetitivi è dietro il click.


Dobbiamo trovare dei modi per sorprenderci di nuovo.


Prima bisogna capire che genere ci piace particolarmente, ma soprattutto cosa ci piace trovare in una narrazione. E poi tenerlo come guida.

È qualcosa che rappresenta la nostra personalità e gusto, ma non per forza deve diventare l’unico punto di riferimento. Se a qualcuno piace ancora girare per le librerie e annusare di nuovo il profumo dei libri, nella sezione cinema ci sono tantissimi volumi, volumetti, guide su film e serie tv per ogni categoria e ossessione. Insieme a quei libri sui nostri attori e registi preferiti ci danno una conoscenza ancor più aperta di quello che ci piace guardare ma soprattutto del perché ci piace così tanto quando vediamo degli schemi ricorrenti. E leggere è sempre un’ottima alternativa a qualcosa di prevedibile.



Secondo, Internet.

Siti come Comingsoon, Movieplayer, Bestmovie sono gestiti da professionisti (ad esempio Bestmovie è innanzi tutto una rivista) e gente appassionata, che possono guidarci verso una conoscenza migliore sulla narrazione audiovisiva, attraverso recensioni e approfondimenti. I giornalisti di Comingsoon in particolare presentano ogni giorno delle recensioni di alcuni film che passano per i palinsesti del digitale terrestre, e ci fanno scoprire chicche rimaste in ombra, ci confermano le certezze di grandi film e ci fanno riscoprire dei classici (dando anche alla vecchia tv un po’ di utilità); la cosa importante è che lo fanno estraendo da essi quelle particolarità che li distinguono, sia in fatto di narrazione che di tecnica. Una cosa abbastanza abituale sono le liste e classifiche che questi siti stilano per i titoli dei servizi streaming e non, fonti ambite per scoprire qualcosa che possa sorprenderci, ma soprattutto siamo stimolati a vederli proprio perché consigli di esperti. Gli aspiranti filmmaker si “cibano” di quei video su Youtube che spiegano i significati nascosti dentro i film e la loro lavorazione (serie tv comprese), e possono rivelarsi interessanti per tutti naturalmente, aumentando la propria consapevolezza su cosa possa significare “qualità” per un prodotto audiovisivo. Mi sento di consigliare, oltre al già citato Movieplayer, Studiobinder e The Take (sono in inglese, ma ci sono anche i sottotitoli, fate uno sforzo, ne vale la pena).







In conclusione, scegliere cosa guardare è un riflesso del nostro gusto e continui approfondimenti ci permettono di apprezzare di più anche il film più indipendente e meno pubblicizzato. Così quando assillerete il vostro coinquilino affinché guardi quell'ultima serie tv che vi ha impressionato, potrete farlo esprimendo al meglio le caratteristiche che la rendono speciale: così magari lui/lei risponderà diversamente dal solito “ah va bene, magari la guarderò più avanti” …



BONUS di fine lettura: c’è un canale Youtube che si chiama HONEST TRAILER, in pratica costruiscono dei trailer sugli spezzoni dei film più famosi per far intuire, con molta ironia, i pregi e difetti di quei film. Il canale ha una marea di iscritti e la voce narrante è pazzesca.